Genova cronaca breve. Evasione, droga, furti nel fine settimana

Genova cronaca breve. Evasione, droga, furti nel fine settimana
Spread the love

L’attività della Polizia di Stato nel capoluogo ligure

Evade dai domiciliari per spacciare. Arrestato – Corso Montegrappa, ore 18

Ieri pomeriggio, i poliziotti del Commissariato San Fruttuoso hanno arrestato per il reato di evasione un 24enne ecuadoriano pluripregiudicato, denunciandolo altresì per detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio.

Il giovane è stato notato nei pressi dell’ascensore che porta alla stazione Brignole, mentre si intratteneva con alcuni coetanei. Alla vista della volante, ha cercato di allontanarsi ma è stato immediatamente riconosciuto dai poliziotti del Commissariato essendo un soggetto noto per i suoi precedenti di Polizia per reati contro la persona e per una precedente evasione che risale allo scorso novembre. Dopo un breve inseguimento è stato fermato e trovato in possesso di un sacchetto in cellophane contenente alcuni involucri di cannabis per un peso complessivo di circa 13 grammi.

Questa mattina sarà giudicato con rito direttissimo.

In macchina con un lampeggiante simile a quello in uso alla Polizia. Denunciato – Via XX Settembre, ore 16.50

Ieri pomeriggio, i poliziotti delle volanti dell’Upg hanno denunciato un genovese di 54 anni, pregiudicato, per possesso di segni distintivi contraffatti, sanzionandolo altresì per la violazione del codice della strada.

Gli agenti, transitando in via XX Settembre, hanno notato l’uomo scendere dalla propria vettura all’altezza di via Maragliano e gridare nei confronti dei pedoni, esortandoli ad affrettarsi nell’attraversare la strada. Alla vista della volante che gli si stava avvicinando, il 54enne è salito sulla propria auto ripartendo a gran velocità. Immediatamente raggiunto e bloccato, ha cercato di giustificare il suo comportamento ergendosi a “moralizzatore” e affermando che i pedoni stavano creando intralcio alla viabilità.

Dagli accertamenti è emerso che l’uomo era già stato denunciato dopo essere stato trovato in giro con due coltelli utili, a suo dire, per svolgere la sua “personale” attività di prevenzione del degrado cittadino, per questo motivo il controllo è stato esteso anche all’abitacolo della sua vettura, all’interno della quale è stato trovato un lampeggiante blu, del tutto uguale a quello in uso alle forze di Polizia.

Pomeriggio di furti alla Upim: un arrestato e un denunciato – Via XX Settembre, ore 13.40 e 19:45

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un genovese di 40anni nella flagranza del reato di furto aggravato.

Un addetto alla sicurezza dell’Upim si è accorto che l’uomo si aggirava nei corridoi del locale con fare sospetto ed entrava in un camerino con due capi tra le mani, uscendone poco dopo senza. Chiamate le Forze dell’Ordine ha fornito una descrizione dettagliata del soggetto continuando a seguirne le mosse e rimanendo in contatto telefonico con gli operatori. I poliziotti sono intervenuti tempestivamente ed hanno immediatamente intercettato l’uomo mentre usciva dal negozio a capo chino. Intimatogli l’alt costui ha tentato di fuggire ma dopo un breve inseguimento è stato fermato. Addosso aveva la camicia ed il gilet del valore di 69,98 euro che aveva appena rubato e a cui aveva staccato la placca antitaccheggio.

Nelle tasche del giubbotto indossato sono stati rinvenuti oggetti atti allo scasso.

L’uomo che ha a suo carico un precedente per reati contro la persona sarà giudicato questa mattina con rito per direttissima.

Un cittadino dell’Ecuador di 37 anni, pregiudicato, è stato invece denunciato per aver rubato 6 cappotti da donna per un valore di 449,94 euro.

Anche lui è stato intercettato dallo stesso addetto alla sicurezza della Upim che ha fornito la descrizione al 112 e gli operatori della Volante dell’U.P.G. lo hanno rintracciato con la merce rubata su un autobus in cima a via XX Settembre. All’interno del giubbotto aveva un paio di forbici ed una pinza con i quali ha staccato le placche antitaccheggio.

Entrano abusivamente dentro un dehors per consumare droghe. 5 persone denunciate e sanzionate – Piazza dello Scalo, ore 19

La Polizia di Stato ha denunciato, ieri pomeriggio due siriani, due marocchini ed una genovese, di età compresa tra i 20 e 50 anni, per il reato di occupazione di edifici in concorso.

Il gruppo ha forzato la finestra di un dehors di un locale di piazza dello Scalo, in quel momento chiuso, per poi accomodarsi tranquillamente al tavolino per consumare sostanze stupefacenti in barba anche al divieto di assembramento.

Grazie alla segnalazione del proprietario, gli agenti delle volanti sono riusciti a “pizzicare” i 5 “abusivi” proprio mentre stavano consumando, in tutta tranquillità, della sostanza stupefacente.

Per il gruppetto è scattata la denuncia per invasione di edifici, la sanzione per inosservanza del decreto anti Covid e la segnalazione in Prefettura come assuntori di droghe; inoltre la genovese, che si è rivolta agli agenti con frasi offensive, è stata anche denunciata per oltraggio a Pubblico Ufficiale.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *