Savona. Causa Covid la 18^ Giornata degli Animali sarà… virtuale

Savona. Causa Covid la 18^ Giornata degli Animali sarà… virtuale
Spread the love

Chi vorrà portare cibo in dono per gli animali potrà recarsi all’Enpa in via Cavour

A causa dell’emergenza covid19 e dell’allerta meteo di oggi e domani, la18a edizione della Giornata degli Animali, organizzata dalla Protezione Animali da 17 anni in tutta Italia, si svolgerà domani sabato 3 ottobre a Savona soltanto in modalità “virtuale” sui social; non potrà infatti svolgersi la tradizionale benedizione degli animali ed il relativo banchetto espositivo con i manifesti ed i gadget dell’Enpa.

Chi vorrà festeggiarla in modo concreto potrà portare il suo dono (cibo per gli animali bisognosi o un’offerta) presso la sede Enpa di via Cavour 48 r, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19; e potrà avere, in cambio di un’offerta minima uno dei gadget a marchio Enpa o scegliere un libro tra i tanti esposti.

Enpa Savona, associazione privata di volontariato, onlus non governativa, che non ha mai avuto contributi statali, soccorre e cura ogni anno in provincia oltre 500 gatti liberi feriti, malati e traumatizzati o abbandonati o di proprietà di anziani deceduti senza parenti e più di 3.000 animali selvatici in difficoltà.

Enpa Savona gestisce il rifugio di Cadibona

L’associazione gestisce inoltre i rifugi per cani di Cadibona (dove i lavori finali di ricostruzione inizieranno finalmente – dopo un inenarrabile procedimento autorizzativo – nei prossimi giorni) e Leca d’Albenga (ora adibito a ricovero di faina selvatica), il gattile di Albissola e due reparti di cura per gatti e fauna selvatica nella sede di Savona.

L’associazione si trova in questi tempi in grave difficoltà economica a causa dei mancati o ritardati contributi dovuti dagli enti pubblici. Il soccorso e la cura dei gatti liberi feriti sono infatti compiti dei comuni ma meno della metà di quelli in provincia vi provvede a mezzo di convenzioni con associazioni animaliste e molti di essi ritardano in modo esasperante di versare i sia pur insufficienti contributi.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *