Minardi e la sua troupe portano “Dickens” (e Sassello) a conquistare il Venice Film Awards quale miglior serie

Minardi e la sua troupe portano “Dickens” (e Sassello) a conquistare il Venice Film Awards quale miglior serie
Spread the love

Lo scrittore e regista ha voluto tra i protagonisti anche tre attori del Teatro sassellese

Forse qualcuno li avrà visti, laggiù al lago dei Gulli, e chissà cosa avrà pensato di quei personaggi in giacca e cravatta, sotto un ombrello d’antan, a ripararsi dal sole nella giornata più calda di luglio 2019.

No, nessun colpo di sole improvviso, tutto nasce da Giovanni Minardi che ha scritto e diretto Dickens, una serie girata interamente sul territorio di Sassello, lago dei Gulli compreso.

Il cast è notevole: partiamo dai quattro protagonisti Fabiana Pesce, Carlo Deprati, Jacopo Marchisio, Giulia Deprati, poi Alessandro Campanile, Andrea Tomasini, Francesca Cepollini, Marta Marenco, Andrea Patrone, Ludovica Gandullia, Giovanni Cepollini, Gianni Way, Amanda Di Matola, Giada Moretti. Della troupe anche il direttore della fotografia Giulio Catelli e l’aiuto regista Mattia Picollo.

<<La storia ruota attorno a quattro poliziotti – ci racconta Minardi – che danno la caccia a un serial killer che lascia sui cadaveri citazioni tratte dai romanzi di Charles Dickens. Parallelamente all’indagine su questo assassino, che verrà soprannominato “Dickens”, troveremo dei piccoli casi singoli che si apriranno e si chiuderanno all’interno di una puntata>>.

I romanzi di Dickens danno il titolo ad ogni puntata dove al suo interno si riveleranno le tematiche dell’opera originale stessa. Quindi intricate ed appassionate indagini su questo misterioso assassino, dove lo spettatore si troverà anche avvinto dalla vita privata dei quattro protagonisti.

Ed è notizia di questi giorni che Dickens ha vinto al Venice Film Awards il premio come miglior serie tv/pilot, e menzione d’onore con arrivo del premio “Leone d’oro” previsto per il prossimo mese. Un premio prestigioso per il giovane regista, per tutta la troupe che ha lavorato con lui e anche per il paese di Sassello con l’offerta dei suoi meravigliosi scorci.


Giovanni Minardi, nasce a Savona il 18 dicembre 1987, dopo il diploma in ragioneria informatica si diploma nel 2008 in regia d’arte drammatica presso la Sdac (scuola d’arte cinematografica di Genova). Dal 2009 al 2011, dopo alcune esperienze su dei cortometraggi, lavora come assistente regista sul set della fiction di Canale 5 “Distretto di Polizia”. Nel 2012 col contributo finanziario dell’associazione nazionale Sandro Pertini, realizza un corto sulla vita di Pertini intitolato “Arrendersi o Perire”. Passa poi alla realizzazione della pluripremiata webseries “Wonderland”, vincitrice tra i vari premi come miglior serie a diversi festival, nazionali e non.

Nel 2014 gira il film “Trappola per Single” scritto da Franco Mazzetta, che uscirà in alcune sale liguri nel 2016. Nel 2018 la web series “Redenzione”, ma è l’anno successiva che si butta nel progetto più importante: pilot della serie “Dickens”, attualmente in concorso a diversi festival tra cui il digital media festival di Roma e due festival americani.

Filmografia:

  1. Il segno (2008)
  2. Garcia (2008) regia di Enrico Bonino
  3. Distretto di Polizia 9 regia di Alberto Ferrari (2009)
  4. Distretto di Polizia 10 regia di Alberto Ferrari (2010)
  5. By my side regia di Flavio Parenti (2010)
  6. L’Amante regia di Peppe Peronace (2010)
  7. Pertini – Arrendersi o Perire (2012)
  8. Wonderland stagione 1 (2012)
  9. Il Labirinto della passione (2013)
  10. Wonderland Stagione 2 (2014)
  11. Trappola per Single (2014)
  12. The Flow videoclip (2014)
  13. Wonderland stagione 3 (2015)
  14. Mad World videoclip (2016)
  15. Let’s hurt tonight videoclip (2017)
  16. Wonderland stagione 4 (2018)
  17. Redenzione (2020)
  18. L’Ombra del Vero (2020)
  19. Dickens (2021)
  20. Fearmind (2021)
  21. The house of the rising sun videoclip (2021)

Premi vinti:

  • Wonderland stagione 2 – miglior regia (Roma Fiction Festival)
  • Wonderland stagione 3 – miglior serie (Rome Web Awards, World Web Awards) – miglior sceneggiatura (Rome Web Awards)
  • Let’s hurt tonight – miglior videoclip (Rome Web Awards) – miglior regia (Rome Web Awards)
  • Dickens – miglior pilot TV (Digital Media Festival)

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *