Emergenza lupo, Vaccarezza: “Trovare soluzioni prima che sia troppo tardi”

Emergenza lupo, Vaccarezza: “Trovare soluzioni prima che sia troppo tardi”
Spread the love

Il rapporto dell’Ente Parco Beigua non lascia spazio a dubbi: i lupi sono troppi e frequentano le aree urbane

Sassello lupi – Il consigliere regionale Angelo Vaccarezza ha voluto rendersi conto direttamente sul posto circa la situazione sulla presenza del lupo nell’entroterra della Valle Erro e del monte Beigua.

A questo proposito lunedì scorso è uscito il rapporto dell’Ente Parco Beigua (vedi QUI) dai dati per nulla confortanti per chi dovrà risolvere quello che, nonostante trent’anni di buona convivenza, da qualche mese si è trasformato in un serio problema sociale (vedi QUI).

<<Nei giorni scorsi – spiega Vaccarezza – ho depositato un’interrogazione a risposta scritta avente ad oggetto l’emergenza legata agli attacchi dei lupi in Provincia di Savona. Nel documento viene fatta richiesta all’assessorato competente sulle azioni in programma per contrastare una situazione che con il trascorrere dei giorni sta diventando sempre più critica.

Nelle ultime settimane, infatti, la presenza dei lupi nei centri abitati è diventata sempre più frequente, e le aggressioni ai danni di animali domestici è diventata una triste costante.

Nondimeno, le greggi e le mandrie degli allevatori hanno subito pesanti perdite, e la situazione è diventata oramai insostenibile; il controllo del lupo è una questione da porre in discussione con urgenza.

È concreto, inoltre, il rischio che gli abitanti delle zone coinvolte prendano in esame la possibilità di attivarsi in prima persona, rischiando oltreché il peggioramento della situazione, anche la loro vita.

Sono certo – conclude il consigliere – che Regione Liguria utilizzerà tutti gli strumenti a disposizione per far sì che la situazione cambi e si possa tornare al più presto alla normalità>>.

 

(nella foto Vaccarezza con gli amministratori sassellesi Pronsati, Dabove, Giardini e alcuni cittadini e operatori del territorio)

 

G. D.