Si commuove quando la Polizia le porta le mascherine, le avevano rubate dalla cassetta della posta

Si commuove quando la Polizia le porta le mascherine, le avevano rubate dalla cassetta della posta
Spread the love

#iorestoacasa: la Polizia di Genova è sempre impegnata nel far rispettare le regole

Via San Bartolomeo del Fossato Aveva atteso per giorni l’arrivo delle mascherine distribuite dalla Regione, per scoprire, poi, che la sua cassetta della posta era stata forzata e qualcuno gliele aveva rubate. Lo sconforto dell’anziana signora era così tangibile durante la telefonata alla sala operativa che la Questura genovese ha deciso di mandare una pattuglia a casa sua per portarle alcune mascherine in dotazione agli agenti delle volanti. La signora davanti ai poliziotti e all’inaspettato “regalo” non è riuscita a contenere lacrime di gioia.

 

Segnalazioni per inosservanza decreto anti-contagio. Questi un paio di casi:

18.10 via Sestri: un 21enne ecuadoriano viene fermato dagli agenti del Commissariato Sestri. Come motivo della sua uscita prova la scusa “sto andando dalla nonna” senza però conoscerne l’indirizzo. Prova altre giustificazioni sempre meno plausibili e si rifiuta di compilare l’autocertificazione. I poliziotti non hanno potuto far altro che sanzionarlo.

01.30 Largo Zecca: un 23enne genovese, durante una passeggiatina notturna, si è imbattuto in una volante dell’Upg. Molto agitato e spaesato ha tentato di eludere il controllo scappando. Raggiunto e bloccato dai poliziotti ha dichiarato di essere in ritardo a lavoro. Non avendoli convinti confessa infine di essere uscito per comprare dello stupefacente. Purtroppo però il passaggio della volante proprio nel momento in cui aveva consegnato il denaro allo spacciatore, ha interrotto l’acquisto. Quindi è rimasto senza soldi e stupefacente ed è stato anche sanzionato.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.