16enne arrestato la seconda volta in due mesi, ora si trova in un centro di prima accoglienza di Genova

16enne arrestato la seconda volta in due mesi, ora si trova in un centro di prima accoglienza di Genova
Spread the love

Operazioni dei comandi carabinieri di Alessandria e La Spezia

Nel corso del fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Tortona hanno denunciato:

  • un 60enne del posto, con precedenti di polizia, per furto. L’uomo è stato sorpreso mentre metteva nel bagagliaio della propria autovettura dei cartelli per la segnaletica stradale posta a indicare il divieto di sosta negli stalli in prossimità del Comando di Polizia Municipale di Tortona. All’interno del bagagliaio, il 60enne aveva anche un estintore risultato provento di furto commesso nel parcheggio di un’officina del Comune di Viguzzolo. L’uomo, sanzionato anche per avere violato le misure di contenimento in materia di Covid-19, si è giustificato con la necessità di ottenere denaro da inviare alla fidanzata all’estero, per permetterle l’ingresso in Italia;
  • un 45enne di Alluvioni Piovera, con precedenti di polizia, che, dopo l’intervento di diverse pattuglie dell’Arma allertate per una rissa tra una decina di persone – tutte datesi alla fuga prima dell’arrivo dei Carabinieri – le affrontava con atteggiamento minaccioso per impedirgli di svolgere i necessari atti d’ufficio;
  • due fratelli di origine marocchina, di 51 e 46 anni, residenti in città, rispettivamente per lesioni personali aggravate e porto di armi e oggetti atti a offendere. Nel pomeriggio di domenica 26 aprile, i Carabinieri sono intervenuti per sedare una lite tra extracomunitari nel parcheggio del Centro Commerciale “Oasi” di Tortona, scaturita per banali motivi. Nella circostanza, si appurava che il 51enne aveva aggredito e percosso un nipote incontrato casualmente all’esterno del centro commerciale, brandendo un coltello da cucina acquistato poco prima e causandogli lesioni al volto che venivano medicate presso il pronto soccorso dell’Ospedale di Novi Ligure. Sul posto, oltre a sequestrare il detto coltello, i Carabinieri rinvenivano ulteriori due coltelli a serramanico sull’autovettura del fratello minore dell’aggressore, che lo aveva accompagnato senza prendere parte alla lite.

 

La Spezia Fermato in zona boschiva nota per lo spaccio di stupefacenti: minorenne arrestato dai carabinieri

I carabinieri della stazione di Riccò del Golfo da tempo si dedicano all’osservazione ed alla “bonifica” delle zone boschive nel comune di Beverino, segnalate da vari residenti come aree di movimenti sospetti di persone.

Nel mese di febbraio, nella frazione di Castiglione Vara del comune di Beverino, durante un servizio di osservazione, i militari notavano un giovane e, avvicinandosi nascosti nella boscaglia, riuscivano in una rapida azione a bloccarlo. Dopo un breve inseguimento, il fermato veniva identificato in un 16enne nordafricano, poi deferito in stato di libertà per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Era in possesso di 270 euro in contanti e nella zona boschiva dove sostava venivano trovati involucri in cellophane contenenti residui di droga.

Nei mesi successivi, anche a causa dell’emergenza legata alla diffusione del covid-19, i movimenti sospetti nella zona hanno subìto un netto calo, ma ieri pomeriggio i carabinieri di Riccò del Golfo, avendo percepito nuovamente l’aumento di traffico nella zona, nascosti nella boscaglia, riuscivano ad avvicinarsi ad un giovane intento a sostare nel bosco, rivelatosi lo stesso minorenne fermato nel mese di febbraio 2020.

Il 16enne ha tentato la fuga tra la fitta vegetazione, lanciando addosso ai militari tronchi e sassi, ma è stato bloccato. Era in possesso di nove involucri in cellophane, termosaldati, risultati contenere 6 grammi di cocaina e 280 euro in contanti.

In questa occasione il minorenne nordafricano è stato arrestato e, dopo gli accertamenti, accompagnato in un centro di prima accoglienza di Genova a disposizione dell’autorità giudiziaria minorile. Dovrà rispondere di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e di resistenza a pubblico ufficiale.

 

G. D.