Cronaca di Genova, Polizia alle prese con furti, litigi, lesioni, danneggiamenti…

Cronaca di Genova, Polizia alle prese con furti, litigi, lesioni, danneggiamenti…
Spread the love

Litiga con l’amica ed esce di casa ma è agli arresti domiciliari: arrestata

Zona Voltri, ore 01,30 – La Polizia di Stato di Genova ha arrestato una 30enne italiana per il reato di evasione

A seguito di una lite con percosse, i poliziotti dell’Upg sono intervenuti in una abitazione dove hanno trovato solo una delle due contendenti che ha raccontato loro di aver litigato con l’amica con cui vive e che la stessa era poi uscita di casa. Visto che la situazione era tranquilla e non era necessario l’intervento dell’ambulanza, i poliziotti hanno lasciato l’abitazione. Giunti al portone hanno visto una donna aggirarsi nervosamente lungo la strada e capendo si trattasse dell’amica l’hanno identificata. E’ risultato che la donna sta scontando una pena detentiva agli arresti domiciliari per il reato di rapina e avrebbe dovuto essere a casa. Il Magistrato ha fissato per oggi la direttissima.

 

Via al Ponte Reale, ore 03,05 – Tenta di rubare un cellulare: arrestato

I poliziotti dell’Upg hanno arrestato un cittadino tunisino di 31 anni per il reato di furto con strappo. La vittima ha riferito agli agenti che, mentre stava camminando in via di Scurreria, gli si è avvicinato il 31enne che con un gesto repentino ha tentato di strappargli il cellulare dalle mani, ma è riuscito a sottrargli solo le cuffie e poi è corso via. Mentre lo stava inseguendo ha chiamato la Polizia che è accorsa in suo aiuto acciuffando il ladro che teneva ancora in mano il maltolto.

 

Ieri rapina in centro storico. Denunciati due 26enni marocchini

Ieri i poliziotti del Commissariato Centro hanno denunciato due marocchini 26enni per il reato di rapina aggravata. La vittima, un 31enne genovese, lo scorso 4 luglio, percorrendo salita Pollaiuoli è stato accerchiato da 3 persone. Una di queste lo ha distratto e poi bloccato, un’altra controllava la strada mentre la terza gli ha sfilato il portafogli. “Preso il bottino”, sono fuggiti ma il 31enne non si è dato per vinto ed ha inseguito e raggiunto uno dei rapinatori riuscendo a scattargli delle fotografie. I poliziotti della sezione investigativa del Commissariato Centro sono riusciti ad identificare due dei rapinatori grazie alle foto e ai filmati delle telecamere di videosorveglianza del Comune di Genova. In particolare colui che ha bloccato ed aggredito la vittima e il palo. Già noti alle Forze dell’Ordine per i loro svariati precedenti commessi nel centro storico sono stati denunciati.

 

Report attività (dalle 7 del 27 luglio alle 00.07 del 28 luglio)

Ore 09.20, via Fiorenzo Semini: gli agenti dell’Upg hanno denunciato una 21enne genovese per danneggiamento e violenza privata. La donna durante una lite per motivi di viabilità (lieve collisione tra autovettura e motoveicolo) con un 74enne calabrese, ha sottratto a quest’ultimo il cellulare gettandolo nel greto del torrente Polcevera per impedirgli di fotografare la targa.

Ore 03:55 arteria autostradale A7 Km 129: un 44enne genovese è stato denunciato dai poliziotti delle volanti per lesioni personali nei confronti di una 32enne kazakistana. I due, sotto l’effetto di sostanze alcoliche, rincasando hanno iniziato a litigare violentemente in auto. La donna approfittando dell’assenza dell’uomo, uscito dall’auto per un bisogno fisiologico, si è barricata nell’abitacolo ed ha contattato il 112 Nue. Gli agenti intervenuti, placati gli animi, hanno condotto il 44enne in Questura per gli atti di rito mentre la donna è stata accompagnata al PS per le cure mediche (prognosi inferiore ai 20 gg).

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *