Genova cronaca breve. Week end di arresti per droga, liti, furti, violenze in famiglia e dalla badante

Genova cronaca breve. Week end di arresti per droga, liti, furti, violenze in famiglia e dalla badante
Spread the love

Attività della Polizia di Genova nel fine settimana

Vico Vegetti, ore 02.30 – Aggrediscono e picchiano un senegalese. Arrestati

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato lo scorso sabato due genovesi di 27 e 35 anni per il reato di lesioni personali aggravate in concorso.

I due giovani, per futili motivi, hanno aggredito un cittadino del Senegal colpendolo con pugni e calci tanto da procuragli lesioni giudicate guaribili in 30 giorni.

Gli agenti, intervenuti rapidamente in soccorso della vittima, hanno, grazie all’aiuto di un cittadino, rintracciato i due violenti presso un appartamento di vico Vegetti.

I due giovani, che hanno rivolto anche offese alla Polizia, saranno giudicati per direttissima.

 

Ore 10,30 Rapallo – Denunciato pusher 44enne

I poliziotti del Commissariato di Rapallo hanno denunciato per spaccio un genovese di 44 anni.

Gli agenti, durante il regolare controllo del territorio, hanno fermato in via Mameli a Rapallo il 44enne trovandolo in possesso di tre involucri contenenti complessivamente circa 15 gr di hashish. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito agli operatori di rinvenire ulteriori 45 gr della medesima sostanza, un bilancino di precisione e materiale idoneo al confezionamento.

 

Via XX Settembre, ore 10 – Ruba alla Upim ed aggredisce vigilante. Arrestato

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato domenica mattina un genovese di 49 anni per il reato di rapina.

L’uomo è entrato all’interno della Upim di via XX settembre, ha prelevato un paio di scarpe del valore di 40 euro ed ha cercato di uscire senza pagare. Un addetto alla vigilanza, che lo aveva visto, ha cercato di fermarlo ma il 49enne si è scagliato contro di lui colpendolo con calci e pugni minacciandolo anche con una siringa.

Proprio in quel momento è passata una volante della Questura che immediatamente è intervenuta in soccorso del vigilante traendo in arresto il 49enne.

Il ladro, con svariati precedenti di Polizia, è stato accompagnato presso il carcere di Marassi.

 

Via Anfossi, ore 21.40 – Lite tra connazionali.  Un arrestato

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato ieri un marocchino di 22 anni per il reato di lesioni personali aggravate.

Tutto succede in via Prestinari dove due marocchini, l’arrestato ed un 29enne entrambi con precedenti di Polizia, litigano per futili motivi. All’improvviso il 29enne colpisce al volto il 22enne il quale risponde “al fuoco” colpendo il rivale con calci e pugni anche quando quest’ultimo era a terra.

Gli agenti della Questura, su segnalazione di un cittadino, sono riusciti a fermare la lite arrestando il 22enne per lesioni personali.

Il bollettino finale: trauma cranico e prognosi riservata per il 29enne e 30 giorni di referto per l’arrestato (frattura ad un dito della mano) che è stato messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

Vico Prestinari, ore 00.15 – Aggredisce e picchia la fidanzata. Arrestato

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato questa notte un rumeno di 38 anni per il reato di lesioni personali aggravate.

Il 38enne, in preda ai fumi dell’alcool, ha aggredito e picchiato la compagna, una cittadina della Moldavia di 32 anni, all’interno della loro abitazione alla presenza dei figli minorenni.

La vittima, nonostante l’aggressione, è riuscita a chiamare la Polizia consentendo così agli agenti di fermare la furia dell’uomo che nel frattempo l’aveva colpita ferendola ad una mano.

Successivamente la vittima ha raccontato ai poliziotti di aver subito violenze anche in passato e di non aver mai chiesto aiuto a nessuno per il bene della famiglia. La donna ha anche dichiarato che il marito, quasi tutte le sere ubriaco, ha minacciato più volte sia lei che le figlie di “sbatterle” fuori di casa.

Il 38enne, con svariati precedenti penali, è stato immediatamente allontanato dalla casa familiare e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

Ore 13.43 via Maroncelli – I poliziotti dell’Upgsp hanno denunciato una nigeriana di 32 anni per il reato di lesioni personali aggravate

La donna, badante di un genovese di 80 anni, ieri pomeriggio dopo l’ennesimo litigio con l’anziano datore di lavoro l’ha colpito al volto procurandogli graffi e ferite guaribili in 10 giorni.

L’uomo ha poi dichiarato agli agenti, versione confermata anche dai vicini di casa, che la 32enne, sua badante da ben 10 anni, da qualche mese è cambiata diventando aggressiva tanto da picchiarlo in più occasioni a seguito di frivole discussioni.

 

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *