Genova brevi. Ruba dove lavora. 18enne spaccia a Sestri. 17enne ruba ma perde il cellulare, beccato dalla Polizia

Genova brevi. Ruba dove lavora. 18enne spaccia a Sestri. 17enne ruba ma perde il cellulare, beccato dalla Polizia
Spread the love

Sempre più giovani si avvicinano al mondo della malavita

Ruba nel supermercato in cui lavora. Denunciato – Via Emilia, ore 23:40

Ieri sera i poliziotti del Commissariato San Fruttuoso hanno denunciato per tentato furto aggravato un genovese di 27 anni.

L’uomo, dipendente di un supermercato, è stato scoperto dal suo capo area mentre si stava allontanando dal luogo di lavoro con uno zaino contenente articoli vari (valore 62,90 euro) presi dall’esercizio commerciale ma non pagati.

 

Lotta allo spaccio nel ponente ligure. Un denunciato – Giardini Rodari, martedì ore 16:30

I poliziotti del Commissariato Sestri ponente hanno denunciato un 18enne italiano, già gravato da precedenti specifici, per detenzione di sostanza stupefacente ai fini dell’illecito commercio.

Gli operatori, durante un servizio mirato al contrasto dello spaccio di stupefacenti nella zona dei giardini Rodari di Sestri Ponente, hanno notato uno scambio sospetto tra un gruppo di ragazzi seduti su un muretto. Immediatamente fermati e controllati, il 18enne è stato trovato in possesso di 7 dosi di hashish per un peso complessivo di 5 grammi.

E’ stato segnalato amministrativamente anche un altro ragazzo che ha consegnato spontaneamente una dose della stessa sostanza confermando di esserne un consumatore abituale.

 

Va a rubare ma si perde il cellulare. Denunciato – Via San Quirico, ore 2:35

Questa notte i poliziotti delle volanti dell’Upg hanno denunciato un algerino di 17 anni per tentato furto in abitazione in concorso con un altro soggetto rimasto ignoto.

Il giovane dopo aver sfondato a calci la porta di una cantina ubicata in uno stabile di via San Quirico ha cominciato a rovistarne gli interni. Interrotto dall’arrivo del proprietario si è dato alla fuga perdendo nel frattempo il proprio cellulare. Tornato sulla scena del crimine per recuperarlo si è imbattuto nei poliziotti chiamati dal proprietario.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *