49enne rapina una mamma con neonato in braccio, la colpisce ma viene arrestato dalla Polizia di Genova

49enne rapina una mamma con neonato in braccio, la colpisce ma viene arrestato dalla Polizia di Genova
Spread the love

Alcune operazioni della Polizia di Stato nel capoluogo ligure

Fermati i taccheggiatori seriali del ponente, uno dei quali spintona la poliziotta che lo aveva già “pizzicato” a settembre. Arrestato – Via Cerruti, ore 18.30

Ieri pomeriggio, gli agenti del Commissariato di Sestri Ponente hanno arrestato un 23enne ecuadoriano per rapina impropria e resistenza a Pubblico Ufficiale. Nello stesso intervento hanno denunciato, per furto aggravato in concorso, un coetaneo connazionale.

I due, volti noti alle forze dell’ordine poiché soliti a perpetrare furti negli esercizi commerciali, sono stati fermati dagli operatori in abiti civili mentre uscivano da un supermercato con due capienti borse artigianalmente schermate, all’interno delle quali avevano occultato 11 confezioni di tonno e due pacchi di plum cake (valore commerciale 36 euro) appena rubati, nonché due diffusori audio senza fili asportati poco prima all’Unieuro di via Albareto.

Uno dei due giovani, arrestato dagli stessi operatori lo scorso 14 settembre per un furto commesso all’Oviesse di via Sestri, riconoscendo la poliziotta che lo aveva fermato, ha cercato di guadagnarsi la fuga spintonandola. Immediatamente bloccato è stato accompagnato in questura insieme al complice. Andrà incontro, per l’ennesima volta, a direttissima.

 

Tenta di rapinare una giovane mamma in compagnia del figlio neonato – Via Rivarolo ore 19:55

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un marocchino di 49 anni, irregolare e pluripregiudicato, per il reato di tentata rapina aggravata.

L’uomo, a bordo di un autobus della linea 7, ha tentato di rubare il cellulare di una mamma in compagnia del figlio neonato infilandole la mano in una tasca della giacca. La donna, voltandosi, ha visto che l’uomo aveva tra le mani il suo smartphone.

A questo punto ha iniziato a urlare per chiedere aiuto agli altri passeggeri nel tentativo di riprendersi il maltolto, ma l’uomo l’ha colpita con diversi pugni alle mani e alle braccia nonostante avesse il neonato con sé.

All’arrivo delle volanti dell’Upg e del Commissariato Cornigliano, il 49enne è stato accompagnato in Questura e la malcapitata mamma, tornata in possesso del suo smartphone, è stata accompagnata al pronto soccorso dove è stata medicata per lesioni giudicate guaribili in 10 giorni.

Il rapinatore, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e la persona, è stato accompagnato a Marassi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

Brevissime

 

Corso de Stefanis, ore 12.40: denunciata per furto aggravato dai poliziotti dell’Upg una 47enne albanese che ha rubato dal centro commerciale “Il Mirto” una crema anti-rughe. La donna è stata vista dal personale del negozio mentre, nascondeva la confezione tra gli scaffali e metteva in borsa il prodotto del valore di 37 euro.

Parcheggio Fiumara, ore 17: i poliziotti delle volanti hanno denunciato un 18enne genovese ed un 19enne leccese per porto d’armi od oggetti atti ad offendere. All’interno del parcheggio dell’Uci cinema, i due ragazzi sono stati trovati in possesso di una tenaglia e di due coltelli da cucina appuntiti. Il 18enne aveva con sé anche una modica quantità di hashish, per la quale è stato segnalato. Sanzione amministrativa ai due poiché non indossavano la mascherina.

Via Romairone, ore 18.15: due coniugi italiani di 37 e 41 anni sono stati sorpresi da personale dell’Ipercoop mentre passavano alle casse automatiche solo una minima parte dei prodotti del loro carrello. Vistisi scoperti hanno subito gettato lo scontrino, ma la loro carta soci li ha traditi: risultavano pagati solo 19 euro su 125 di merce in loro possesso. I due sono stati denunciati dai poliziotti dell’Upg per furto in concorso.

Via Alizeri, ore 23.30: Chiamati per una lite in strada, gli agenti delle volanti hanno subito individuato una coppia di fidanzati in manifesto stato di ubriachezza. I due hanno tentato di sviare i poliziotti dicendo di aver sentito delle grida provenienti da una via parallela, ma numerose persone alle finestre dei palazzi li indicavano come autori degli schiamazzi notturni. Il ragazzo, un 24enne genovese, ha cominciato ad urlare ed inveire contro gli operatori, opponendo resistenza durante l’accompagnamento in Questura; è stato perciò denunciato per resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale. Inoltre è stato sanzionato, insieme alla fidanzata, una 22enne genovese, per ubriachezza. e mancato rispetto delle norme anti covid.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *