Incendi, dopo il divieto in Liguria denunciato agricoltore, rischia 5 anni

Incendi, dopo il divieto in Liguria denunciato agricoltore, rischia 5 anni
Spread the love

Sardegna e Sicilia non insegnano! Denunciato dai carabinieri forestali un agricoltore responsabile dell’incendio in località Canala di Santo Stefano Magra

I militari appartenenti alla stazione carabinieri forestale di Sarzana sono intervenuti a Santo Stefano Magra in località Canala su segnalazione della centrale operativa dei vigili del fuoco per un incendio boschivo.

Arrivati sul posto i militari l’incendio interessava oltre 2500 mq di un oliveto e che, solo grazie al pronto intervento dei residenti prima e di vigili del fuoco e volontari a seguire, veniva scongiurata l’espansione delle fiamme nell’adiacente area boscata.

Dopo i primi accertamenti emergeva che il fuoco si era originato da un cumulo di rifiuti vegetali risultanti da attività di pulitura dei campi che un agricoltore aveva deciso di smaltire tramite combustione. I forestali riuscivano ad identificare il responsabile.

L’ipotesi investigativa veniva confermata anche attraverso le successive indagini svolte con l’ausilio di personale del Nipaaf (nucleo investigativo di polizia ambientale agroalimentare e forestale) attraverso l’applicazione del protocollo di repertazione Mef (metodo delle evidenze fisiche).

Il responsabile sarà denunciato per il reato di incendio boschivo colposo e rischia fino a cinque anni di reclusione.

I forestali ricordano che è in vigore lo “stato di grave pericolosità per gli incendio boschivi” su tutto il territorio della Liguria, quindi sono vietate tutte le operazioni che possano creare pericolo di incendio come ad esempio accendere fuochi, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli o usare fornelli che producano brace.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *