Nasce il Centro Studi Amadeo Peter Giannini, banchiere genovese che creò la Bank of America

Nasce il Centro Studi Amadeo Peter Giannini, banchiere genovese che creò la Bank of America
Spread the love

Prima riunione per avviare il Centro che la Genova Liguria Film Commission, presieduta da Cristina Bolla, vuole istituire nel 150° anniversario della nascita del banchiere di origini genovesi i cui genitori emigrarono da Favale di Malvaro

Amadeo Peter Giannini dedicò la vita a dare sostanza alle sue visioni del futuro operando oltre i limiti imposti dalla logica del profitto ambendo a soddisfare le esigenze dei più deboli. Realizzò sogni che parvero utopie asserendo il principio che “un banchiere dovrebbe considerare sé stesso un servo del popolo e un servo della comunità”.

Egli rivoluzionò il mondo bancario fondando la Bank of Italy, primo esempio nella storia a prestare soldi alla classe operaia fino ad allora emarginata dalla finanza, e poi creò la Bank of America che divenne la più importante del mondo.

Fu al centro di numerose innovazioni e finanziò anche la costruzione del Golden Gate Bridge di San Francisco. Ma fu anche il principale artefice della nascita del cinema così come lo conosciamo ai giorni nostri, dandogli l’impulso e l’energia produttiva che ne rivoluzionò il destino sino a renderlo la settima arte.

Senza di lui e la sua lungimiranza, ad esempio, Walt Disney non avrebbe mai potuto produrre alcun cartone animato e geni come Charlie Chaplin o Frank Capra non avrebbero mai potuto esprimere compiutamente il loro talento lasciandoci capolavori assoluti. La sua opera fu essenziale per creare il mondo hollywoodiano e del cinema.

La realizzazione del Centro Studi Amadeo Peter Giannini, la cui prima riunione del Comitato dei Membri si è tenuta il 18 dicembre a Villa Durazzo Bombrini, è fra le principali azioni che Genova Liguria Film Commission ha deciso di mettere in campo per promuovere la nostra città. Ne faranno parte un panel di esperti e coinvolgerà membri di tutte le istituzioni e associazioni che tendono a valorizzare Genova e la Liguria in Italia e nel mondo. Si tratterà di un contenitore di idee, progetti e attività di supporto a quanti vogliono intraprendere la carriera nell’ambito dell’audiovisivo.

I membri del Comitato Scientifico sono:

  • Per il Comune di Genova, assessore allo Sviluppo economico turistico e Marketing territoriale Laura Gaggero;
  • Per Città Metropolitana di Genova, consigliere Franco Senarega;
  • Per Regione Liguria, Daniele Biello (dipartimento cultura) e Francesco Caso (Dipartimento Sviluppo Economico);
  • Il sindaco Favale di Malvaro, Ubaldo Crino;
  • Per Compagna Franco Bampi;
  • Per Consulta Ligure G.B. Guido Robba;
  • Per Associazione Liguri nel mondo presidente Mario Mannini;
  • Lo scrittore Giorgio A. Chiarva;
  • Per Confartigianato Liguria Luca Costi;
  • Per il comparto produttivo regista Michele Rovini e produttore Ezio Landini;

Il consiglio di amministrazione ed esecutivo sarà così costituito:

  • Cristina Bolla, presidente;
  • Claudia Oliva, vicepresidente;
  • Giorgio Oddone, consigliere e responsabile coordinamento membri del comitato scientifico;
  • Roberto Lo Crasto, consigliere e Simonetta Porro (presidente dell’Associazione #unamanonelcerchio) segretaria.

Al fine di studiare le possibilità di relazioni con il Parlamento Europeo era presente Sonia Sportiello.

«Sono molto contenta della creazione del Centro Studi Amadeo Peter Giannini, che onora la figura di un nostro grande conterraneo, e di poterne fare parte assumendo un ruolo operativo e progettuale – dichiara Gaggero -, Genova nell’ambito della produzione audiovisiva sta crescendo moltissimo, perché ne è un set ideale e grazie al grande e proficuo lavoro che la Genova Liguria Film Commission sta svolgendo per portare produzioni cinematografiche e di serie tv, di spot pubblicitari e video musicali.

Amadeo Peter Giannini è stato un uomo esemplare per visioni del futuro abbinate a capacità imprenditoriali, noi vogliamo continuare a lavorare e a raggiungere mete sempre più alte guardando al suo esempio».

Il Centro Studi Amadeo Peter Giannini punta a creare un ponte tra la Liguria e gli Stati Uniti, in particolare con Los Angeles. Dal punto di vista delle produzioni audiovisive e della messa in campo di azioni di marketing strategico intende promuovere, anche a livello internazionale, il territorio ligure come destinazione “cinematografica”, terra da fiction e da film e realizzare partnership con le nostre imprese del settore. Saranno attivati strumenti di formazione e verrà istituito il “Premio Amadeo Peter Giannini” per favorire le nuove generazioni. Verranno creati gruppi di lavoro per studio, ricerca, sviluppo, progettazione, internazionalizzazione e molto altro ancora in fase di definizione.

«Siamo particolarmente lieti della collaborazione con il Comune di Genova e di tutti gli Enti partner che abbiamo coinvolto nel Csapg, dice Bolla, presidente di Genova Liguria Film Commission e del Centro Studi.

La realizzazione di questo Centro Studi è una delle azioni sulle quali noi puntiamo molto per promuovere il territorio, la città e le imprese dell’audiovisivo. Sarà una grande opportunità di crescita anche dal punto di vista della formazione professionale degli addetti ai lavori e di tutti coloro, soprattutto i giovani, che vorranno intraprendere una carriera in questo ambito».

A tal proposito, la Film Commission sta collaborando con il Cif e la Scuola Edile ad un progetto per scenografi. Gli allievi del corso stanno realizzando un progetto per le scenografie del Centro Studi Amadeo Peter Giannini che saranno inaugurate a fine febbraio.

La sede del Centro Studi Amadeo Peter Giannini sarà la stessa della Genova Liguria Film Commission: Villa Durazzo Bombrini in via Muratori 5 a Cornigliano.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *