Monica Cirone neo direttore socio sanitario Asl2 Savona

Monica Cirone neo direttore socio sanitario Asl2 Savona
Spread the love

Già direttore delle Professioni Sanitarie

Monica Cirone, oggi direttore delle Professioni Sanitarie, sarà il nuovo direttore socio sanitario di Asl2 Savona; dal 2014 è dirigente delle Professioni Sanitarie in Asl2 e dal 2020 dirige le due Strutture Complesse Coordinamento Professioni Sanitarie Ospedaliera e Territoriale.

Il neo direttore, 49enne, ha conseguito la Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche nel 2009 e il Master di secondo livello in Management delle Aziende Sanitarie presso l’Università di Pisa nel 2012, per lei i complimenti del presidente e assessore alla Sanità Giovanni Toti.

<<Congratulazioni a Monica Cirone, si tratta di un riconoscimento alla competenza dimostrata – afferma Toti – come dirigente delle Professioni Sanitarie della Asl2 e nel suo ruolo alla direzione delle Strutture Complesse. Da parte nostra i più sinceri auguri di buon lavoro>>.

<<La scelta del nuovo direttore socio sanitario è stata fatta sulla base dell’esperienza maturata in questi anni in argomenti che vedranno l’Azienda impegnata nell’attuare dei modelli territoriali previsti dal Pnrr – commenta Marco Damonte Prioli, direttore generale di Asl2 -.

Alla dottoressa Cirone spetta un ruolo importante ma sono certo che saprà affrontare ogni sfida con grande impegno e indiscutibile preparazione.

Ritengo che sia giusto premiare quella professionalità che ha dimostrato grande impegno e spirito di abnegazione durante tutto il corso della carriera e in maniera ancora più significativa in questi ultimi anni. Ringrazio l’attuale Direttore Socio Sanitario facente funzione, dottoressa Brusa – conclude Prioli -, per il lavoro svolto e l’impegno profuso in un anno particolarmente difficile>>.

<<Vorrei ringraziare il direttore generale di Asl 2 dott. Prioli e Regione Liguria per la fiducia – afferma Cirone -. Assicurerò il massimo impegno per il raggiungimento degli obiettivi aziendali e lo sviluppo dei servizi territoriali>>.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *