Covid, Toti – Prudenza ma non terrore, Bassetti – Preoccupa panico e paura

Covid, Toti – Prudenza ma non terrore, Bassetti – Preoccupa panico e paura
Spread the love

“La zona gialla vuol dire che ci vuole attenzione e prudenza, senza per questo farsi prendere dalla paura e addirittura dal terrore ingiustificato”

<<I numeri ci dicono che per ogni contagiato sono molti meno quelli che vanno in ospedale, grazie ai vaccini, per la precisione due terzi in meno – spiega il presidente e assessore alla Salute di Regione Liguria Giovanni Toti -.

Oggi la situazione ospedaliera è seria, ma non drammatica come l’abbiamo conosciuta. Sicuramente la chiusura delle scuole pensiamo possa aiutare visto che i minori non ancora vaccinati rappresentano proprio il maggior veicolo di circolazione.

Io credo – ha detto Toti – che il tampone sui vaccinati e soprattutto sui richiamati con terza dose sia uno sforzo inutile; noi dobbiamo andare in senso opposto, quello di garantire la libera circolazione e il libero accesso agli eventi di un Paese che sta ripartendo, per tutte le persone con due e poi tre vaccini>>.

Più scientifico e tecnico l’intervento dell’infettivologo del San Martino Matteo Bassetti.

<<Sono molto preoccupato. Non per i dati sul Covid e sulla variante Omicron, ma per il panico e la paura che viene alimentata da alcune dichiarazioni di membri del Cts, insieme al noto catastrofismo italico di taluni giornali e televisioni.

Oggi il virus della paura e del panico rischia di fare molti più danni del Covid stesso – afferma il professore -. Se fosse vero che si vogliono fare i tamponi per andare al cinema o allo stadio anche a chi ha ricevuto tre dosi di vaccino sarei in totale e assoluto disaccordo perché i vaccini hanno dimostrato e continuano a dimostrare che sono in grado di evitare le forme più gravi di malattia. E quindi funzionano eccome.

Non “funzionicchiano” come qualcuno (sbagliando) aveva affermato. Le forme gravi sono uniche che ci interessano evitare. Se ti viene il raffreddore o l’influenza non succede niente. Se ti viene la polmonite la storia cambia. È chiaro questo concetto? Mi pare di no, anche per alcuni eminenti esponenti della medicina italiana.

Basta parlare di lockdown e nuove restrizioni nella settimana del Natale. Basta! Ci vuole calma e coraggio, non panico né catastrofismo.

Per la Omicron gli ultimi dati ci dicono che il booster funziona benissimo (sia di Pfizer che di Moderna) e la letalità in Sud-Africa è ferma allo 0.25%. Era tra il 2 e il 4% nelle ondate precedenti. Aspettiamo per dare conclusioni certe sulla gravità, ma evitiamo di continuare a spargere terrore – conclude Bassetti – basandoci su stime e modelli matematici che spesso in passato si sono rivelati inaffidabili>>.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *