“Ho il vaccino Covid 19 e vado a giocare a pallone. Nessuno può dirmi quello che devo fare!” Denunciato

“Ho il vaccino Covid 19 e vado a giocare a pallone. Nessuno può dirmi quello che devo fare!” Denunciato
Spread the love

Attività di contrasto alla diffusione del virus Covid-19 a Genova e La Spezia

Genova Continuano l’attività di controllo della Polizia del capoluogo per garantire il rispetto delle misure di contenimento del Covid-19

In un periodo in cui i dati dell’emergenza sanitaria cominciano ad andare in controtendenza, per non vanificare gli sforzi ed i sacrifici compiuti fin ora, sarebbe molto pericoloso abbassare la guardia per questo motivo i poliziotti della Questura di Genova continuano a lavorare per salvaguardare la salute dei cittadini.

Queste i casi più significativi di oggi:

Ore 10.30, via san Lorenzo: un italiano di 56 anni passeggia tranquillamente. Viene fermato dai poliziotti del Commissariato Centro che gli chiedono dove sta andando e lui risponde di essere in cerca di uno sportello bancomat per fare un prelievo. Lui però è residente in corso Carbonara e proprio nei pressi della sua abitazione c’è un’agenzia della sua banca con bancomat annesso. Sanzionato

Ore 11.00 corso Martinetti: una 72enne bulgara per eludere il controllo degli agenti delle volanti si è nascosta tra le auto in sosta. Lontana più di 2 km dalla sua residenza, ha tentato di giustificare la sua presenza con frasi molto vaghe ad esempio: “vado un po’ là” o “passeggio”. Nonostante le giustificazioni, è stata sanzionata.

Ore 12.10, via XII Ottobre: una mamma con la figlia piccola passeggiano per strada. I poliziotti del Commissariato Centro mentre transitano a bordo della volante le notano e le fermano. La donna si giustifica dicendo che è andata a fare la spesa ed ha portato con sé la bimba. Il problema è che abitano in via San Benigno e la borsa che porta appresso è completamente vuota. Sanzionata

Ore 12.15 via Vezzani: un 29enne egiziano viene sorpreso dalla commessa a rubare in un supermercato 15 boxer ed alcune scatolette di tonno. Per lui, oltre la sanzione amministrativa perché inottemperante alle misure anti-contagio, è scattata anche la denuncia per tentato furto.

 

La Spezia Controlli dei carabinieri nel quartiere Umberto I: segnalato un giovane trovato in possesso di marijuana

I carabinieri della stazione della Spezia Mazzetta, nel pomeriggio di domenica, impiegati nella quotidiana azione di controllo del territorio nel quartiere Umberto I, hanno fermato un giovane italiano, 31enne, che è stato trovato in possesso di 0,2 grammi di marijuana.

La sostanza stupefacente è stata sequestrata ed il giovane è stato segnalato alla prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Nessuna giustificazione valida è stata fornita dal giovane circa la sua presenza nella pubblica via e, pertanto, è stato sanzionato al pagamento di 400 euro poiché ha violato le disposizioni in materia di contenimento del Covid-19 contenute nel dl 19/2020.

Sempre durante i controlli eseguiti nel quartiere Umberto è stato sanzionato al pagamento di 400 euro anche un giovane gambiano, 22enne, sorpreso a passeggio.

 

Arcola Viola i divieti in bici con la droga in tasca “Ho il vaccino Covid-19 e vado a giocare a pallone”

Denunciato e multato ad Arcola dai carabinieri della stazione di Lerici.  Se ne andava a spasso in bicicletta lungo la Via Provinciale di Romito Magra nonostante la regola imposta di non uscire di casa se non per compravate necessità e così, nel tardo nel pomeriggio di domenica, è incappato nei controlli dei Carabinieri della Stazione di Lerici impegnati nei quotidiani servizi disposti per far rispettare le norme governative anti diffusione Covid19.

I Carabinieri hanno notato il giovane conosciuto, un 23 enne della Val di Magra, con precedenti per spaccio di stupefacenti, mentre in bicicletta percorreva la Via Provinciale che da Romito porta al mare, e gli hanno chiesto contezza della sua presenza.

Il ragazzo sull’autocertificazione ha scritto: “Ho il vaccino Covid 19… poi ho la mascherina… perciò me ne vado a giocare a pallone” e poi sul retro del foglio, “Nessuno può dirmi quello che devo fare! “.

I Militari, che ben lo conoscevano, lo hanno anche perquisito trovandolo in possesso di due gr. di hashish e uno di marijuana, che il ragazzo ha dichiarato di detenere per uso personale.

Il giovane è stato così segnalato alla Prefettura della Spezia per le sanzioni amministrative previste in caso di detenzione di stupefacenti per uso personale. Inoltre è scattata anche la salatissima multa prevista in caso di violazione del divieto imposto di non uscire di casa.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *