Genova brevi. Baby rapinatori derubano due coetanei. Denuncia un furto ma era lui stesso ricercato

Genova brevi. Baby rapinatori derubano due coetanei. Denuncia un furto ma era lui stesso ricercato
Spread the love

Ritrovate tre moto risultate rubate, la Polizia di Genova le riconsegna ai proprietari

Piazza Dante, ore 15.30

La Polizia di Stato di Genova ieri pomeriggio ha arrestato per rapina aggravata due minori, un 15enne genovese ed un 16enne romeno.

I due hanno bloccato le loro vittime all’altezza di Porta Soprana, due genovesi 17enni, minacciandoli con un coltello e obbligandoli a dar loro tutto il denaro contante di cui erano in possesso.

Le due giovani vittime, preoccupate per la propria incolumità, hanno consegnato nelle mani dei rapinatori tre banconote da 20, una da 10 ed una da 5 euro, una banconota da 5, due da 10 e una da 20 di dollari americani ed una banconota da 5 pesos cubani.

Dopo aver raccolto il bottino, i due ladri si sono immediatamente allontanati per le vie del centro.

Grazie alla descrizione fornita dalle vittime, i poliziotti delle volanti dell’Upg sono riusciti a rintracciarli pochi minuti dopo in via Canevari.

I baby rapinatori, tratti in arresto, sono stati associati ad un centro di prima accoglienza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

Piazza Verdi, ore 02.15

I poliziotti delle volanti dell’Upg hanno denunciato una 30enne genovese per resistenza e danneggiamento aggravato.

Gli operatori, intervenuti per sedare un’animata lite in strada fra marito e moglie, hanno tentato invano di calmare gli animi. Anche alla presenza della Polizia la donna, in evidente stato di alterazione alcolica, ha continuato a offendere il marito cercando inoltre di colpirlo con pugni e schiaffi. Nel tentativo di mettere in sicurezza la 30enne, quest’ultima è riuscita a divincolarsi dalla presa degli agenti colpendo l’autovettura di servizio danneggiandola.

Via della Benedicta, ore 10.20

Ieri mattina i poliziotti delle volanti hanno denunciato in stato di libertà per occupazione abusiva di terreni ed edifici un 31enne tunisino ed un 30enne marocchino. La Polizia è intervenuta a seguito della segnalazione di alcuni residenti che denunciavano il danneggiamento della lastra applicata da Arte per sigillare l’appartamento e la presenza dei due giovani all’interno dello stesso.

Gli agenti, giunti sul posto per verificare, hanno trovato i locali occupati dai due che hanno cercato di giustificarsi dicendo di aver trovato la lastra già danneggiata e quindi con la porta aperta.

Via Carso, ore 13.20

I poliziotti del Commissariato Prè hanno soccorso un 30enne austriaco che si aggirava per le vie genovesi in stato confusionale.

Gli agenti lo hanno trovato bordo di un’autovettura in sosta dove l’uomo evidentemente viveva da qualche tempo viste le condizioni igieniche dello stesso e dell’auto.

Da accertamenti gli operatori hanno appurato che l’uomo negli scorsi mesi era stato denunciato per percosse e lesioni in quanto aveva aggredito alcuni passanti senza alcun motivo apparente.

Terminati gli atti di rito, è stato accompagnato presso l’ospedale Galliera per le cure del caso.

Piazza Matteotti, ore 14.00

Gli uomini del Commissariato Centro hanno denunciato un cittadino del Gambia di 23 anni per tentato furto aggravato.

L’uomo, presentatosi presso gli uffici di Polizia per sporgere denuncia dopo aver subito una rapina, è risultato destinatario di un rintraccio emesso dalla locale Procura. Il rapinato alcuni mesi prima era stato autore di un tentato furto aggravato.

Via, Achille Papa ore 16:00

I poliziotti del Commissariato Cornigliano hanno riconsegnato ai rispettivi proprietari tre motoveicoli rubati agli stessi pochi giorni prima. Gli agenti, transitando in via Achille Papa, hanno controllato alcuni motoveicoli in sosta lungo la via, di cui tre sono risultati rubati.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *