Genova cronaca breve. Servizi di controllo nel centro storico, 3 arresti e 4 denunce

Genova cronaca breve. Servizi di controllo nel centro storico, 3 arresti e 4 denunce
Spread the love

Prevenzione reati predatori e spaccio, intensificata in orario pomeridiano e serale in considerazione della chiusura anticipata di molte attività

Due arresti – Via della Maddalena, ore 08,15 – Via dell’Arcivescovato, ore 16.30

  • Ieri mattina le volanti dell’Upg sono intervenute in via della Maddalena in quanto un commerciante era stato rapinato da una coppia di stranieri. Mentre trasportava del materiale ingombrante all’interno del suo negozio è stato avvicinato da una donna che gli ha chiesto una sigaretta, distraendolo. Nel frangente l’uomo che era con lei lo ha avvicinato da dietro e, tenendolo bloccato contro il muro, gli ha sfilato il portafogli contenente 350 euro. Il rapinatore si è dileguato velocemente, ma la vittima è riuscita a seguire la complice per i vicoli, senza mai perderla di vista, chiamando nel contempo il numero di emergenza. La donna una 30enne marocchina, raggiunta e fermata dai poliziotti in Piazza Campetto, è stata arrestata per rapina in concorso e, dopo gli atti di rito, è stata condotta al carcere di Pontedecimo in attesa di convalida. Indagini in corso per identificare il complice.

 

  • Ieri pomeriggio i poliziotti del Commissariato Centro, impiegati in abiti civili hanno visto, in via T. Reggio, un uomo strappare la borsa ad una donna, con tale violenza da farla rovinare a terra. Dopo aver accertato che la vittima non avesse riportato gravi conseguenze è stato inseguito il rapinatore che, per guadagnare la fuga, ha abbandonato la borsa lungo la strada. L’uomo è stato raggiunto dopo poco in Via dell’Arcivescovado e, nonostante la resistenza opposta, è stato bloccato. In Questura è stata accertata l’identità del reo, un marocchino di 28 anni pregiudicato per lo stesso reato e destinatario di un ordine del Questore di Napoli ad abbandonate il territorio italiano, a cui non ha mai ottemperato. Arrestato per rapina impropria e resistenza a Pubblico Ufficiale, è stato poi associato al carcere di Marassi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

Agli arresti domiciliari litiga con il compagno e va in albergo. Arrestata – Via Gramsci, ore 23.15

Ieri, in tarda serata, i poliziotti del Commissariato Centro hanno arrestato per evasione una 25enne brasiliana pluripregiudicata, attualmente agli arresti domiciliari dopo una condanna per estorsione. La donna si è presentata lo scorso 16 novembre presso un albergo di via Gramsci per affittare una camera. I suoi dati, una volta inseriti sul portale alloggiati collegato alla centrale operativa della Questura, hanno fatto scattare subito il sistema “Allertallo”. Agli agenti intervenuti ha dichiarato di aver avuto un diverbio con il suo compagno che si era offerto di ospitarla per scontare una pena residua, ma che poi, non gradendo più la sua presenza, l’aveva invitata ad andarsene.

 

Imbrattano un vespasiano: denunciati – Via Soliman ore 23.40

I poliziotti del Commissariato Sestri sono intervenuti in Via Soliman in seguito ad una segnalazione circa alcuni ragazzi che stavano pitturando, con delle bombolette spray, il vespasiano pubblico adiacente una fermata dell’autobus. Alla vista dei poliziotti, i tre, tutti vestiti di scuro e col cappuccio sulla testa, sono scappati a piedi in tre direzioni diverse liberandosi delle 3 bombolette spray, usate per l’imbrattamento.  Due di loro, un 19enne genovese e un 23enne piemontese sono stati raggiunti e denunciati per deturpamento o imbrattamento di cose altrui in concorso. Inoltre sono stati entrambi sanzionati per le normative anticovid, essendo in strada senza giustificato motivo in orari non ammessi. Il 19enne è stato sanzionato anche perché in possesso di gr. 1,46 di cannabis che teneva occultati all’interno degli slip.

 

Norme anticontagio – Piazza Giusti, ore 23

I poliziotti dell’Upg hanno denunciato un 42enne di Caltanissetta per danneggiamento e resistenza a Pubblico Ufficiale, sanzionandolo inoltre per il mancato rispetto delle norme anti-Covid. L’uomo è stato visto da un passante mentre danneggiava alcune lanterne rosse di segnalazione di un cantiere di Piazza Giusti, lanciando all’interno delle recinzioni anche un palo della fermata provvisoria Amt. Raggiunto dalla volante, l’uomo si è dato alla fuga lanciando il borsone che portava con sé. Dopo una breve corsa è stato fermato e denunciato.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *