Clandestini dentro un camion ungherese scoperti dalla Polizia di Genova sulla A26

Clandestini dentro un camion ungherese scoperti dalla Polizia di Genova sulla A26
Spread the love

Si tratta di tre afghani intenti a raggiungere la Francia

Nei giorni scorsi il Centro Operativo Polizia Stradale di Genova inviava la pattuglia di vigilanza stradale della Sottosezione Polizia Stradale di Ovada, all’area di servizio Marengo nord sita sulla bretella che collega l’A/7 Milano – Genova con l’autostrada A/26 Genova – Gravellona Toce, perché veniva segnalata la presenza di persone all’interno di un semirimorchio.

Giunti sul posto, gli Agenti, dopo aver rimosso il sigillo doganale ungherese di chiusura dei portelloni posteriori di un semirimorchio di nazionalità rumena proveniente dall’Ungheria, rinvenivano tre persone nascoste tra la merce trasportata.

Immediatamente veniva attivato il protocollo operativo per il caso specifico, con l’intervento del personale sanitario; giungeva sul posto personale della Croce Rossa Italiana del Comitato di Serravalle Scrivia che prestava i primi soccorsi con il controllo della temperatura corporea.

I tre, tutti di sesso maschile, si dichiaravano di nazionalità Afghana e riferivano di essere saliti a bordo di quel veicolo nell’intento di raggiungere il territorio francese.

Successivamente venivano trasferiti per l’identificazione presso gli Uffici della Polizia Scientifica della Questura di Alessandria; del gruppo, due soggetti si dichiaravano minori.

I due sedicenti minori, inoltre, venivano sottoposti a visita medica come da protocollo in materia, per il trattamento dei Msna (Minori stranieri non Accompagnati), per l’accertamento dell’età.

Questi ultimi, a seguito dei predetti accertamenti sanitari, venivano indicati come soggetti di maggiore età e, nella giornata successiva, al termine delle attività richiesta per l’identificazione e dopo aver effettuato il tampone Covid-19 presso il Sips di Asti, venivano affidati ai servizi sociali del novese per una idonea collocazione di accoglienza.

I tre extracomunitari verranno deferiti all’Autorità Giudiziaria competente in ordine al reato di ingresso illegale nel territorio dello Stato di cui all’art.10 bis del dlgs 286/98, oltre la segnalazione per i due sedicenti minori della violazione dell’articolo 495 C.P., per aver falsamente dichiarato ai Pubblici Ufficiali la minore età.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *