Controlli Polizia Acqui Terme, multa 10mila euro a carrozzeria

Controlli Polizia Acqui Terme, multa 10mila euro a carrozzeria
Spread the love

La Polizia Stradale del centro piemontese controlla le emissioni dei fumi inquinanti

Continuano i controlli da parte degli operatori della Sezione Polizia Stradale di Alessandria – Distaccamento di Acqui Terme nell’ambito degli esercizi commerciali che trattano i veicoli, inerenti tanto l’attività di commercio quanto quella di riparazione dei mezzi.

Questa volta a finire nella rete dei controlli è stata una carrozzeria dell’Ovadese che, oltre a numerose violazioni in materia di smaltimento di rifiuti pericolosi e non pericolosi, sfruttando una posizione “nascosta” rispetto alle trafficate vie di comunicazione della zona, è risultata abusiva poiché priva della prescritta autorizzazione della Provincia di Alessandria in merito all’emissione dei fumi inquinanti in atmosfera.

La predetta emissione, infatti, è vincolata al parere della Provincia, la quale ha il compito di verificare la regolare presenza degli specifici sistemi filtranti per la riduzione dei rischi, prima di poter rilasciare l’apposita autorizzazione.

Gli Agenti del Distaccamento Polizia Stradale di Acqui Terme hanno pertanto comminato all’amministratore dell’impresa le previste sanzioni amministrative, per un totale di circa 10.000 euro.

L’uomo è stato inoltre segnalato penalmente alla Procura della Repubblica di Alessandria per lo smaltimento dei rifiuti pericolosi e non pericolosi e successivamente gli è stata anche notificata l’Ordinanza del Sindaco relativa all’intimazione al ripristino dei luoghi, alla prescrizione al corretto smaltimento dei rifiuti sinora accumulati (ferro, plastica, vetro e olio), nonché alla regolarizzazione della posizione in relazione al forno di carrozzeria.

Al momento, sono in corso ulteriori accertamenti sui veicoli individuati all’interno della carrozzeria, al fine di determinare possibili violazioni a carico dei clienti che si sono rivolti al carrozziere abusivo.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *