A Sassello piove di brutto, “arrivano” i funghi porcini

A Sassello piove di brutto, “arrivano” i funghi porcini
Spread the love

Dopo mesi di caldo l’attesa acqua per la preziosa muffa

Il giorno dopo  https://www.redazionenews.it/sassello-news/2020/09/26/sassello-zero-gradi-alle-9-di-oggi-sabato-26-settembre/

A Sassello i funghi non sono solo un piatto prelibato o una passeggiata ecologica nel bosco, ma significano economia: fungaioli che li vendono, gente che arriva (soprattutto dall’astigiano all’alessandrino).

Significano tesserini per i due Consorzi, i cui “guadagni” vengono poi spalmati sul territorio in strutture e beni per la cittadinanza.

Significano guadagni per gli esercizi commerciali che fin dalle 5/6 del mattino propongono focacce, caffè, bibite, salumi ed altrettanto al ritorno dai boschi con amaretti compresi e funghi. Già, in caso di cestino vuoto lo si può sempre riempire acquistandoli in piazza Rolla e nei negozi, la bella figura con amici e conoscenti è assicurata… e magari arrivano anche loro!

Funghi, una risorsa per l’entroterra

Certo, la pioggia significa anche toccasana per l’agricoltura e per gli acquedotti le cui capienti vasche non disdicono un rimpinguamento.

In questa stagione la pioggia è sempre gradita, purché non faccia danni come già successo (grandine compresa come sta cadendo proprio ora!).

Mi raccomando, date il tempo ai funghetti di prendere forma, una decina di giorni almeno. Magari il sindaco Buschiazzo ci fa pure un’ordinanza…

 

G. D.

Un pensiero su “A Sassello piove di brutto, “arrivano” i funghi porcini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *