Sassello, Fiera del 29 agosto solo per chi ha green pass

Sassello, Fiera del 29 agosto solo per chi ha green pass
Spread the love

La decisione comunale segue le norme anti pandemia governative

La sorpresa è tanta quando poco fa leggo su Feel Sassello, la pagina Facebook istituzionale del Comune, la seguente comunicazione: “La tradizionale Fiera del 29 agosto di Sassello si farà regolarmente domenica 29 agosto 2021, ma seguendo le norme anti contagio da Covid-19. Pertanto, l’accesso sarà consentito esclusivamente ai possessori di green pass (certificato verde Covid-19). I controlli verranno effettuati a campione e sarà sanzionabile il soggetto privo di certificazione”.

Un po’ problematico il green pass in una fiera posta in un centro storico con abitazioni ed esercizi commerciali dal notevole passaggio indipendentemente dai banchi della Fiera.

Primo pensiero: il profilo di Feel Sassello è stato violato e vi han scritto una fake news tra il goliardico e il sovversivo.

Secondo pensiero: giro la domanda al sindaco Daniele Buschiazzo.

<<Non è una fake – risponde Buschiazzo -. È il cambiamento delle linee guida governative che consente le fiere con l’obbligo di Green Pass. Un cambiamento da parte del governo per cui non si è più obbligati a controllare tutti, ma semplicemente ad avvertire che è necessario il green pass per andare in fiera e, quindi, a questo ci atterremo>>.

Faccio osservare che per i gestori dei banchi può anche andare, ma per il pubblico pare molto pesante e ingestibile poiché per le vie vi sono abitazioni, negozi, punti d’incontro dove già la mascherina è d’obbligo.

<<Lo so e l’ho messo in conto, ma l’alternativa è non farla – prosegue il sindaco -. Francamente l’indotto della fiera è importante e in una situazione tranquilla, mi sembra peggio non farla. Purtroppo ogni tanto devi scegliere fra due mali. Oppure puoi non scegliere>>.

Le disposizioni su sagre e fiere che riportiamo alla fine dell’articolo sono inequivocabili, così come i dilemmi sulle scelte appartengono agli uomini, a maggior ragione per gli amministratori di un piccolo Comune che devono far quadrare oltre che i conti pubblici anche quelli degli amministrati.

Certo, scegliere di non scegliere è più facile, così come questa disposizione governativa ci impone un green pass per le fiere che rientra nella strategia dell’invito a vaccinarsi tutti senza però obbligarlo.

Una strategia fallimentare di chi decide di non decidere!

Ciò che un organizzatore di sagre e fiere si deve attenere in spazi aperti

Decreto Legge 23 Luglio 2021 n. 105 all’art 3: “A far data dal 6 Agosto 2021 è consentito in Zona Bianca esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid 19, di cui all’art 9 comma 2, l’accesso ai seguenti servizi ed attività: e) sagre e fiere, convegni e congressi,

Il controllo può essere effettuato solo utilizzando l’app verificac19 scaricabile sia su smartphone che su iPhone come da decreto del Ministero della Sanità all’allegato B punto 5.

Nelle richieste di chiarimenti (faq) a cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri risponde viene detto:

Per l’accesso alle sagre e fiere locali che si svolgono all’aperto senza precisi varchi d’ingresso (ad esempio per le vie e le piazze di un Comune) serve avere una certificazione verde Covid-19 e, in caso di risposta affermativa, quali sono le conseguenze in termini di responsabilità in caso di inosservanza dell’obbligo?

L’accesso a sagre e fiere anche locali è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una certificazione verde Covid-19 in base all’articolo 9-bis del decreto-legge n. 52 del 2021. Nel caso in cui tali eventi si svolgano all’aperto in spazi privi di specifici e univoci varchi di accesso, come, ad esempio, nelle piazze e vie pubbliche, gli organizzatori (pubblici o privati) si limitano a informare il pubblico, con apposita segnaletica, dell’esistenza dell’obbligo della certificazione verde Covid-19 per accedere alla fiera o sagra in questione. In caso di controlli a campione, sarà sanzionabile soltanto il soggetto privo di certificazione e non anche gli organizzatori che abbiano rispettato gli obblighi informativi.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *