Finanza. Irregolarità distributori Savona, Albenga, Vado, Valbormida, Pontinvrea

Finanza. Irregolarità distributori Savona, Albenga, Vado, Valbormida, Pontinvrea
Spread the love

Controlli in materia di accise. Sequestri, sanzioni amministrative e denunce penali per titolari degli impianti

Continua l’attività della Guardia di Finanza di Savona in materia di prodotti energetici, i militari hanno controllato diversi distributori stradali di carburante ubicati nel territorio provinciale.

Verifiche orientate sull’accertamento della corretta esposizione e pubblicizzazione dei prezzi al pubblico, nonché alla verifica della regolare tenuta della documentazione obbligatoria, al controllo volumetrico del prodotto erogato e a quello metrologico degli strumenti di misura dell’impianto.

Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Savona ha rilevato, in diversi controlli, violazioni concernenti l’irregolare pubblicizzazione dei prezzi dei carburanti praticati all’interno delle aree di rifornimento elevando due sanzioni amministrative da 516 a 3.098,74 euro.

Denunciato il gestore di un impianto di distribuzione di carburante, sito in Savona, per “Violazione di sigilli”, per aver rimosso i piombi posti dalla ditta specificamente autorizzata su due colonnine che alimentano complessivamente quattro pistole erogatrici di prodotti per autotrazione. La violazione ha fatto immediatamente scattare il sequestro penale degli strumenti manomessi.

Inoltre è stata sottoposta a sequestro amministrativo una cisterna, contenente 165 litri di gasolio, in uso ad una società con sede nel comune di Vado Ligure, sprovvista dell’autorizzazione e collaudo previste dalla normativa regionale.

Il Gruppo di Savona ha sequestrato due impianti privati contenenti carburante per autotrazione, tutti realizzati in assenza dell’autorizzazione e collaudo previste dalla normativa della Regione Liguria. I sequestri hanno riguardato un serbatoio contenente 1400 litri di gasoli, collocato in un’area nella disponibilità di un’azienda che fabbrica prodotti chimici di Cairo Montenotte e un altro serbatoio contenente circa 1000 litri di gasolio, in uso ad una società di Albenga operante nel settore della fabbricazione di strutture metalliche. I responsabili delle due imprese sono stati sanzionati amministrativamente.

Lo stesso Reparto, in due distinti interventi eseguiti in Vado Ligure e Pontinvrea, ha sequestrato 91 bombole di gas, contenenti complessivamente 1200 kg. di Gpl, depositate presso due rivenditori di prodotti energetici sprovvisti del previsto certificato di prevenzione incendi. I titolari delle due rivendite sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria per omessa denuncia di materiale esplodente e per l’assenza del certificato di prevenzione incendi.

Infine, sanzionato amministrativamente il titolare di un distributore di carburanti in via Stalingrado a Savona, per aver omesso di comunicare al Ministero dello Sviluppo Economico i prezzi praticati per ogni tipologia di prodotto in vendita.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *