Autostrade maltempo. Pd: “Dove è la Regione?” Toti: “Telefonate ai vostri rappresentanti al Governo”

Autostrade maltempo. Pd: “Dove è la Regione?” Toti: “Telefonate ai vostri rappresentanti al Governo”
Spread the love

“Liguria bloccata. Serve cabina di regia permanente”

<<L’ondata di maltempo, ampiamente prevista, che si sta abbattendo sulla nostra Regione in queste ore ha nuovamente paralizzato i trasporti in tutta la Liguria – dicono dal Gruppo Pd in Regione Liguria -. Le principali direttrici autostradali sono in grande affanno, con i tir bloccati che si riversano sulla viabilità ordinaria, mandando in tilt anche il traffico urbano.

Certo, Genova e la Liguria pagano carenze logistiche annose, ma in questo caso si poteva e si doveva intervenire in anticipo, almeno per ridurre i disagi dovuti alla neve e alla pioggia battente. Come denuncia Trasportounito, la società Autostrade non si è attrezzata per tempo per pulire le carreggiate e prevenire questo disastro. Ma anche le istituzioni locali, che avevano diramato l’allerta, si sono fatte trovare impreparate.

Regione Liguria e Città Metropolitana di Genova – proseguono -, l’entroterra genovese e il tratto autostradale della Serravalle sono le zone più colpite, sono state colte di sorpresa e solo quando si sono verificati i primi disagi si sono decise intervenire.

Il risultato di quest’impreparazione a una regione paralizzata, in balia degli eventi atmosferici. Non è possibile che una nevicata annunciata da giorni metta in ginocchio i collegamenti di tutta la Liguria.

A questo punto – concludono dal Pd – proponiamo l’istituzione di una cabina di regia permanente, con l’obiettivo di evitare che situazioni come queste si ripetano in futuro>>.

La risposta di Toti al Pd e dura “Alzate il telefono e chiamate i vostri rappresentati al Governo”

<<Quello che è successo oggi sulle autostrade liguri è inaccettabile – conferma il governatore -. Però quanto di competenza di Regione Liguria è stato svolto con accuratezza, precisione e tempestività. Ci tengo a chiarirlo per rispetto dei liguri e dei tanti automobilisti che si sono trovati in difficoltà. Regione Liguria non ha alcun ruolo operativo nella gestione delle autostrade. Perché, come tutti quelli che criticano dovrebbero sapere, Pd in prima linea, le autostrade dipendono dal Governo, e in particolare dal Ministero delle Infrastrutture.

In una situazione come quella che si è verificata oggi sulla rete autostradale ligure – spiega Toti -, la Regione aveva il potere di fare due cose:

  • diramare con puntualità l’allerta meteo neve, cosa avvenuta ieri alle 13 grazie alle previsioni del nostro centro meteo Arpal;
  • attivare i soccorsi attraverso la nostra Protezione Civile. Intervento che però non può essere spontaneo ma deve ricevere il via libera dalla Prefettura che gestisce e coordina gli interventi di questo genere. Infatti appena è arrivata la richiesta, solo nel primo pomeriggio, i nostri volontari si sono attivati per aiutare le persone in difficoltà e sono arrivati sul posto appena possibile, con coperte e generi di conforto richiesti.

Data l’allerta diramata per tempo – prosegue il presidente -, i ritardi negli interventi risultano incomprensibili ed è per questo che poco fa ho sentito i vertici di Autostrade per l’Italia, per sottolineare tutta la mia preoccupazione e il mio disappunto, sollecitandoli a fare ogni azione possibile e dispiegare ogni mezzo per rimediare ai disagi che i cittadini stanno subendo. E l’ho fatto, come molte altre volte in passato, senza avere una diretta competenza per farlo. Solo nell’interesse dei miei concittadini e di tutte le persone che oggi si sono trovate a transitare sulle nostre autostrade.

Quindi mi chiedo: perché i partiti di opposizione, Pd in testa, non pensano a rendersi utili? Invece di criticare in malafede l’operato di Regione e strumentalizzare ogni situazione, alzino il telefono – conclude Giovanni Toti – e chiedano ai loro rappresentati al Governo gli interventi necessari che da tempo immemore richiediamo al Ministero delle Infrastrutture. Ognuno faccia la sua parte per la Liguria>>.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *