Soccorse via mare due sorelle milanesi, una ferita, nelle Cinque Terre

Soccorse via mare due sorelle milanesi, una ferita, nelle Cinque Terre
Spread the love

I carabinieri di Monterosso al Mare soccorrono due ragazze, una caduta e ferita alla testa, smarrite sul sentiero che collega Monterosso a Levanto

Nel pomeriggio di lunedì, due sorelle ventenni di Milano, in vacanza alle Cinque Terre, complice la bella giornata, si sono incamminate lungo il sentiero che collega Monterosso a Levanto e che regala a chi vi si avventura scorci sul mare mozzafiato.

L’area, molto bella ma impervia, non era ben conosciuta dalle due giovani ragazze che in poco tempo hanno perso l’orientamento e la via del sentiero che stavano percorrendo. All’improvviso una di loro, a causa della paura e del forte caldo, ha accusato un mancamento, cadendo a terra batteva il capo ferendosi.

La sorella, mantenendo la calma, nonostante in quel luogo la connessione telefonica fosse scarsa, riusciva a contattare un conoscente in paese che, prontamente, chiedeva aiuto al maresciallo della Stazione Carabinieri di Monterosso al Mare.

Il Comandante inviava immediatamente una pattuglia, già impegnata nel controllo del territorio, che raggiungeva la zona interessata e riusciva a localizzare con precisione le due giovani grazie anche alle coordinate ottenute dal sistema di geolocalizzazione cellulare attivato dai militari sull’utenza della ragazza illesa.

Le giovani, ormai esauste, localizzate sulle alture sovrastanti la caletta di Punta Mesco, venivano soccorse via mare, cioè il modo più veloce ed agevole.

Dopo aver allertato Capitaneria di Porto e Soccorso Alpino, i militari organizzavano un immediato soccorso, chiedendo aiuto ai soci del Circolo Velico di Monterosso. Grazie ad un gommone, condotto da un socio del Circolo, i carabinieri guidavano le due sorelle sino alla riva e quindi a bordo del natante.

Dopo dieci minuti di navigazione le ragazze scendevano a Monterosso, dove un’ambulanza della P.A. Croce Bianca le trasferiva all’ospedale di Levanto. L’infortunata è stata dimessa con alcuni giorni di prognosi per un lieve trauma cranico.

La perfetta e collaudata sinergia tra l’Arma di Monterosso, il locale Circolo velico, la locale Pubblica Assistenza, e tutti coloro che comunque hanno fornito il proprio prezioso contributo, ha consentito di portare a conclusione felicemente la vicenda e a ridare tranquillità alle due giovani turiste ed ai loro familiari.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *