Gaslini, delfini e tartarughe per mano ai piccoli pazienti verso la spiaggia

Gaslini, delfini e tartarughe per mano ai piccoli pazienti verso la spiaggia
Spread the love

Inaugurato il Sottomarino che accompagna verso un sogno

Ieri è stato inaugurato oggi il nuovo tunnel di accesso al centro elioterapico dell’Istituto Giannina Gaslini: il Sottomarino Gaslini, decorato dall’artista Silvio Irilli.

Il tunnel è stato benedetto dall’arcivescovo di Genova Mons. Marco Tasca, alla presenza del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e dell’assessore allo Sviluppo Economico Turistico e Marketing Territoriale Laura Gaggero, accolti dal presidente del Gaslini, Edoardo Garrone, e dal direttore generale Renato Botti, che insieme hanno voluto “ringraziare donatori e associazioni che hanno permesso di regalare un momento di sorpresa e di gioia a tanti piccoli pazienti del nostro ospedale”.

«Il sottomarino Gaslini è pronto per la partenza: bambini, anzi piccoli Capitani, benvenuti a bordo di un sogno! Un sogno tutto a colori, tutto per voi!» ha dichiarato Silvio Irilli, artista e fondatore di Ospedali Dipinti.

L’inaugurazione è stata una festa pensata interamente per i piccoli pazienti, grazie al contributo dei piloti Vanni Oddera e Manuel Reggiani che, con le moto d’acqua offerte da Maremoto hanno regalato un’emozione unica a tanti piccoli pazienti, con il prezioso supporto dei volontari delle associazioni Il Porto dei Piccoli e Il Sogno di Tommy.

L’intera giornata è stata accompagnata dalla musica e dalle interviste di Radio fra le Note di Don Roberto Fiscer.

A portare un ulteriore momento di felicità durante la giornata ci ha pensato Tonitto 1939, azienda ligure produttrice di gelati e sorbetti, che ha donato circa 700 Stecchi Sorbetto a tutti i piccoli pazienti dell’Istituto.

“Il Gaslini è un’eccellenza italiana e del nostro territorio, per questo siamo felici di poter dare il nostro contributo con la consegna dei nostri stecchi, portando un sorriso a tutti i bambini, in questo primo momento di collaborazione, che ci riempie d’orgoglio” sottolinea Luca Dovo, AD Tonitto 1939.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *