Carabinieri e Polizia. Da Imperia a Lerici tre arresti per droga e armi

Carabinieri e Polizia. Da Imperia a Lerici tre arresti per droga e armi
Spread the love

Quasi mezzo chilo di marijuana in casa; fucile e proiettili senza porto d’armi; solo 18 anni ma spacciatore “famoso”

Lerici Operaio arrestato dai carabinieri per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio: aveva un ingente quantità di marijuana in casa

I carabinieri della compagnia di Sarzana, nella serata di ieri, nell’ambito di una mirata attività di contrasto al consumo e spaccio di stupefacenti, in località Pianelloni di Lerici, hanno intercettato un grosso fuoristrada di proprietà di un tossicodipendente campano.

La pattuglia ha seguito l’auto sino alla Spezia dove il conducente, proprietario del veicolo, ha accompagnando a casa un amico, un operaio 36enne di origini campane domiciliato in città, già noto alle forze dell’ordine. Fermati, i due hanno mostrato segnali inequivocabili di nervosismo, pertanto sono stati perquisiti, auto compresa, estendendo le successive operazioni all’abitazione del trasportato, posta nello stabile di fronte al quale i due erano scesi. L’operazione si è conclusa con il rinvenimento e il sequestro di un importante quantitativo di marijuana, ben 422 grammi, già suddivisa in diversi involucri pronti per essere venduti al dettaglio sul mercato della droga spezzino e materiale vario utilizzato per il confezionamento, il tutto nascosto nella camera da letto ed in cucina.

L’operaio è stato arrestato dai carabinieri per detenzione ai fini di spaccio dell’ingente quantitativo di stupefacente che, venduto sul mercato corrente, avrebbe potuto fruttare oltre 6.000 euro.

L’uomo è stato trattenuto in camera di sicurezza e stamane è stato condotto davanti al Giudice della Spezia che ha convalidato l’arresto e disposto l’obbligo di firma giornaliera in attesa dell’udienza che si terrà il 10 marzo.

 

Val Nervia Controlli dei carabinieri ai detentori di armi: nei guai uno straniero

Nella giornata di ieri i carabinieri della Stazione di Dolceacqua hanno denunciato un 57enne austriaco sorpreso in possesso di un fucile e del relativo munizionamento in assenza della regolare denuncia prevista per legge.

I militari, nell’ambito di un servizio finalizzato al controllo dei detentori a qualsiasi titolo di armi svolto unitamente al personale delle Stazioni limitrofe, dopo un’attenta ricerca hanno rinvenuto il fucile occultato nelle pertinenze dell’abitazione di proprietà dello straniero in prossimità del confine tra i territori comunali di Apricale e Perinaldo.

Si tratta di un fucile di produzione tedesca calibro 22, sottoposto a sequestro unitamente a circa 80 proiettili dello stesso calibro e ad altri circa 40 di calibro diverso, resteranno custoditi in caserma in attesa del versamento ai competenti uffici del Tribunale di Imperia.

L’uomo, senza precedenti, dovrà ora rispondere di fronte all’Autorità Giudiziaria di Imperia del reato di detenzione abusiva di armi comuni da sparo e munizionamento.

 

Imperia La Polizia di Stato arresta un giovane spacciatore

Due operatori della squadra volante della Questura di Imperia hanno arrestato un giovane imperiese, colto in flagranza del reato di spaccio di sostanza stupefacente. Mentre transitavano in viale Matteotti all’altezza della pensilina degli autobus, i due agenti decidevano di fermarsi per un controllo e, appena scesi dall’auto, notavano sulla scalinata due soggetti intenti a scambiarsi del denaro.

Alla vista dei poliziotti uno dei due si dava alla fuga gettando a terra un sacchetto giallo e nero. Gli operatori riuscivano dopo poco a raggiungerlo e bloccarlo e, dopo aver recuperato il sacchetto rinvenivano all’interno sostanza stupefacente del tipo marijuana sapientemente suddivisa in dosi preconfezionate: 17 dosi termosaldate ognuna di circa 1 grammo, per un totale di 19 grammi.

La perquisizione personale eseguita sul posto consentiva di rinvenire nelle tasche del giovane anche denaro contante in vari tagli e un biglietto di carta con su scritto a penna cifre, calcoli e nomi verosimilmente riconducibili alle cessioni di sostanza stupefacente.

Alla luce di quanto emerso, gli operatori decidevano di proseguire l’attività di indagine presso il domicilio del fermato, ove rinvenivano altre 60 dosi circa di sostanza stupefacente, sempre di tipo marijuana, contenuta in confezioni di plastica per un peso complessivo di circa 65 grammi, un bilancino di precisione e materiale vario di quello usato per il confezionamento della sostanza.

A questo punto gli operatori, dopo aver proceduto al sequestro degli oltre 80 grammi complessivi di marijuana, procedevano all’arresto del giovane, già noto, seppure appena diciottenne, per i suoi svariati pregiudizi di polizia.

Il giudice, dopo aver convalidato l’arresto, applicava la misura degli arresti domiciliari.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *