Giornata mondiale contro Aids: Liguria 72 nuovi casi nel 2019, il dato più basso dal 2003

Giornata mondiale contro Aids: Liguria 72 nuovi casi nel 2019, il dato più basso dal 2003
Spread the love

Oggi si celebra la 34^ giornata

Nel 2019 in Liguria i casi di infezione da Hiv sono stati 72, il numero più basso da quando, nel 2003, è stata istituita la sorveglianza regionale, ovvero le informazioni relative alle nuove diagnosi. Nel 2018 il totale dei casi di Hiv in Liguria era stato di 99. È il dato che emerge in occasione della 34esima Giornata mondiale contro l’Aids che si celebra oggi, martedì 1° dicembre.

Nel mondo gli ultimi dati forniti da Unaids (Il Programma delle Nazioni Unite sull’epidemia di Hiv e Aids) stimano che a fronte di 37,9 milioni di persone che vivono con il virus, nel 2018 ci siano state 1,7 milioni di nuove diagnosi.

Gli stessi dati riferiscono che delle 37,9 milioni di persone che vivono con l’infezione da Hiv nel 2018 36,2 milioni sono adulti e 1,7 milioni sono bambini con meno di 15 anni.

Nuove infezioni da Hiv

  • Nel 2019 sono state effettuate 2531 nuove diagnosi di infezione da Hiv pari a 4,2 nuovi casi per 100.000 residenti.
  • L’Italia, in termini di incidenza delle nuove diagnosi Hiv, si colloca lievemente al di sotto della media dei Paesi dell’Unione Europea (4,7 casi per 100.000 residenti).
  • L’incidenza (casi/popolazione) delle nuove diagnosi di Hiv mostra una riduzione dal 2012, con una diminuzione più evidente nell’ultimo biennio. La riduzione del numero di nuove diagnosi Hiv interessa tutte le modalità di trasmissione.
  • Nel 2019 l’incidenza più elevata di nuove diagnosi Hiv si riscontra nella fascia di età 25-29 anni.
  • Diversamente dagli anni precedenti, in cui la modalità di trasmissione più frequente era attribuita a rapporti eterosessuali, nel 2019, per la prima volta, la quota di nuove diagnosi Hiv riferibili a maschi che fanno sesso con maschi (MSM) è pari a quella attribuibile a rapporti eterosessuali.
  • Tra i maschi, circa la metà delle nuove diagnosi Hiv è in MSM.
  • Dal 2016 si osserva una diminuzione del numero di nuove diagnosi Hiv in stranieri.
  • Dal 2017 aumenta la quota di persone a cui viene diagnosticata tardivamente l’infezione da Hiv (con bassi CD4 o presenza di sintomi): nel 2019 2/3 dei maschi eterosessuali e oltre la metà delle femmine con nuova diagnosi Hiv sono stati diagnosticati tardivamente (CD4 < 350 cell/μL).
  • Un terzo delle persone con nuova diagnosi Hiv nel 2019 scopre di essere Hiv positivo a causa della presenza di sintomi o patologie correlate con Hiv.

Il Consiglio regionale ligure di oggi ha approvato all’unanimità un ordine del giorno, sottoscritto da tutti i gruppi, che impegna la giunta a sviluppare e potenziare la promozione di iniziative di informazione, prevenzione e sensibilizzazione per contrastare la diffusione dell’infezione e per promuovere la corretta informazione nella società sulla situazione delle persone con Hiv allo scopo di rimuovere lo “stigma” che ancora persiste.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *