Liguria Covid. Toti “Piccoli comuni danneggiati mentre nelle grandi città le famiglie si riuniranno”

Liguria Covid. Toti “Piccoli comuni danneggiati mentre nelle grandi città le famiglie si riuniranno”
Spread the love

Compriamo nei negozi sotto casa, aiutiamo commercianti e ristoratori a prendere una boccata d’ossigeno

<<La Liguria non ha smesso di combattere contro il virus. La situazione è ancora delicata ma i numeri ci dicono che l’epidemia sta calando in tutta la regione.

La pressione sui nostri ospedali è diminuita – afferma il presidente della Regione Giovanni Toti -, i ricoverati sono sotto quota mille e anche i pazienti in terapia intensiva sono scesi, piangiamo ancora troppi morti, è vero. Perciò ora dobbiamo impegnarci per mantenere e migliorare questi buoni risultati.

Ma in queste prime giornate prenatalizie possiamo anche fare qualcosa per aiutare commercianti e ristoratori a prendere una boccata d’ossigeno: compriamo nei negozi sotto casa, sosteniamo i nostri produttori, scegliamo i loro prodotti e quelli delle nostre attività.

E cerchiamo di illuminare questo Natale – consiglia Toti – che sarà certamente diverso ma non deve essere buio. Soprattutto per chi si è già tanto sacrificato. Per questo spero che il Governo ripensi, almeno dove il virus lo consente, alle misure che vietano gli spostamenti nelle feste natalizie ove creino disparità di trattamento.

Perché danneggiare ulteriormente le attività, soprattutto quelle del nostro entroterra che già tanto hanno sofferto? Perché costringere alla solitudine molte persone, che chiedono solo di trascorrere il Natale con una sola persona cara, solo perché vivono in un piccolo comune mentre nelle grandi città le famiglie si riuniranno?

Tutti i liguri hanno fatto sforzi per arrivare fin qua – conclude il governatore -, quindi tutti i liguri devono avere le stesse regole e le stesse opportunità. Io sono orgoglioso del loro impegno ed è per questo che chiedo un po’ più di buonsenso e di equilibrio. Per il futuro della Liguria per cui continuerò a battermi sempre>>.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *