SS334 del Sassello eravamo in 7 siam rimasti in 3, mugugno sempre libero

SS334 del Sassello eravamo in 7 siam rimasti in 3, mugugno sempre libero
Spread the love

Importante alternativa alle code-cantieri in autostrada

Sassello – No, nessuna rievocazione di Biancaneve e i sette nani, qui si parla di semafori che sulla SS334 del Sassello, fino a poco tempo fa, se ne contavano ben sette, oggi sono solo tre!

Per qualcuno, amante del tipico mugugno ligure, anche tre son fin troppi altro che “solo”. Temo però che costoro abbiamo la memoria corta e non si ricordino come la 334 nel 2001 fu trasferita dall’Anas alla Provincia di Savona.

Col passare degli anni iniziarono i tempi delle “vacche magre”, sempre meno fondi per un Ente, la Provincia, mai amata dalla politica e semi-sconosciuta dal cittadino. Seguirono tanti attacchi sia da destra sia da sinistra, fino ad essere ridimensionata a poco più di passacarte nel 2016.

Questo per l’aspetto istituzionale dell’Ente, da cui risulta evidente come anche la SS334 ne abbia pagato le grosse conseguenze in termini di manutenzione e miglioramenti.

SS334 2 del Sassello ultimi lavori

Poi dal 1° ottobre 2018 il ritorno della strada allo Stato: l’Anas. Un Ente con buone disponibilità finanziarie ma pesante sotto l’aspetto burocratico. Gli interventi si fanno, ma i tempi sono lunghi tra i preliminari di un progetto, esecutività, apertura e fine cantiere.

Anas non è stata neppure fortunata: due alluvioni 2019 e 2021, la pandemia 2020, che hanno portato in dote ben sette semafori in contemporanea, e addirittura la chiusura della statale nel comune di Pareto con l’alluvione del 4 ottobre 2021, sebbene in soli quattro mesi l’Anas abbia ripristinato la frana stanziando qualche milione di euro.

Oggi i fratellini semafori sono rimasti tre: il primo all’ingresso di Santa Giustina – direzione Savona – in fase di completamento, e due certamente più impegnativi al ponte di Santa Giustina e la frana del Rio Basco a Stella, entrambi hanno superato la fase preliminare.

SS334 3 del Sassello ultimi lavori

Il mugugno è libero, quindi ci sarà sempre modo di polemizzare, addirittura c’è chi sostiene che la 334 non sia degna di essere una statale, mi permetto di dissentire. La strada statale non è tale per le sue curve o per le sue condizioni di trascuratezza, la strada statale è una arteria a carattere nazionale che dà respiro al territorio e offre importanti alternative alla viabilità.

La SS334 del Sassello è tortuosa come lo è il suo territorio ligure, così come lo è l’Aurelia o le sue autostrade. Così come il popolo ha gli amministratori che si merita, anche le strade hanno le caratteristiche di dove si trovano.

Sono certo che l’Anas, con i suoi tempi, ed una volta sistemato l’arretrato, potrà migliorare la statale, che in ogni caso sarà sempre tortuosa e mugugnosa, perché a noi liguri ci piace essere così.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.