Scatta il braccialetto elettronico e viene arrestato. Evitato un femminicidio?

Scatta il braccialetto elettronico e viene arrestato. Evitato un femminicidio?
Spread the love

36enne viola il divieto di avvicinamento alla ex compagna, arrestato dai carabinieri di Sarzana

Questa è una storia successa ieri, vigilia della giornata contro la violenza sulle donne, capitata in Liguria a Sarzana ma data e luogo potrebbero essere ovunque e in qualunque momento, purtroppo anche ora.

Un uomo 36enne, già noto alle forze dell’ordine, viene arrestato dai carabinieri di Sarzana per aver violato il divieto di avvicinamento alla ex compagna che già lo aveva denunciato ad agosto scorso per una serie di violenze e minacce.

L’Autorità Giudiziaria aveva disposto nei confronti del maltrattante oltre al divieto di avvicinamento alla ex compagna e alla madre di lei, anche la sorveglianza attiva antistalking che significa braccialetto elettronico.

Evidentemente all’uomo del braccialetto poco ha importato se ha provato a riavvicinarsi la donna, però ieri pomeriggio i carabinieri della Centrale Operativa hanno ricevuto il segnale di allarme dal dispositivo elettronico: l’uomo si stava spostando fisicamente.

Temendo il peggio, i militari dell’Aliquota Operativa ed una gazzella della Radiomobile della Compagnia di Sarzana si sono immediatamente precipitati presso la residenza delle donne ed hanno scorto una figura incappucciata che scavalcava la recinzione della casa e si allontanava correndo al buio.

I carabinieri lo hanno inseguito e fermato, dopo aver trascorso la notte nelle camere di sicurezza della caserma di Sarzana stamane il Giudice ha confermato le misure già disposte nei suoi confronti, e ha prorogato l’applicazione del braccialetto elettronico antistalking.

C’è una normativa ben precisa che disciplina il braccialetto elettronico, di cui non voglio addentrarmi, però mi chiedo perché gli assassini dei tanti femminicidi avvenuti in questo 2021 non indossavano tale dispositivo? Ovviamente mi riferisco a coloro che erano già stati segnalati e/o allontanati dalla famiglia.

Sarebbe importante che proprio in questi giorni i nostri politici, già impegnati in celebrazioni contra la violenza sulle donne, disponessero una normativa dove tutti (TUTTI) i violenti accompagnassero le loro imprese col braccialetto elettronico.

 

G. D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *