Liguria, festeggiare la zona bianca con Restart non è da ligure

Liguria, festeggiare la zona bianca con Restart non è da ligure
Spread the love

Restart Liguria: palazzi illuminati a Genova, Savona, Imperia, La Spezia e tanti assembramenti legalizzati

Tutto in contemporanea, come le partite di calcio che si giocano lo scudetto, con tanto di conto alla rovescia per illuminare i quattro palazzi nobili più rappresentativi della Liguria.

A giorno Palazzo Regione piazza De Ferrari Genova, palazzo Municipio Imperia, Priamar Savona, Castello San Giorgio La Spezia, pronti a “salutare l’ingresso di tutto il territorio ligure in zona bianca e la riconquistata libertà”.

Un gioco di luci con il marchio colorato “Restart Liguria” impresso sui quattro palazzi per tutta la notte, e davanti folle immense in assembramenti. Viscini-viscini peraltro vietati anche in bianca (cosa penseranno coloro che finora sono stati multati?).

Toti: “Ritorniamo alla libertà. La pandemia ci ha fatto capire quanto sia preziosa”

<<Una celebrazione sobria, ma molto convinta della riacquisizione da parte di tutti noi di un pezzo della nostra libertà – commenta il presidente Regione Liguria Giovanni Toti -. E’ una sera che va celebrata perché ci riporta alla vita. E’ una bella sensazione perché tutta questa ripartenza vuol dire soprattutto occupazione, lavoro, possibilità di socialità, vuol dire riaprire le mostre, i teatri e i cinema>>.

Mah, questa è una momentanea zona bianca e mi chiedo cosa ci sia da celebrare. Spendendo, inoltre, palanche che sarebbero state necessarie per ben altri usi.

Le aziende stanno ripartendo, bene, ne hanno bisogno, Ma sono ancora disperate, non ci sono certezze sul futuro. Prima che possano “recuperare” ci vorrà tempo e sudore. Così come i dipendenti sono ancora nel divieto licenziamento, e dopo?

La crisi della pandemia ha solo caricato una crisi già esistente che durava da anni

Il reddito di cittadinanza sta inquinando il mondo del lavoro alla grande: qualche centinaio di euro mensili più qualche tapullo in “nero” e si campa. Perché dovrebbero cercare una occupazione?

L’economia si rilancia con gli investimenti, non con sussidi o mantenendo aziende fuori mercato. Gli investimenti creano benessere che significa tasse e consumi, quindi costano zero.

Gli ospedali si svuotano, bene, ma si muore ancora, e anche giovani. E quei milioni di no-vax di no-quello e no-quell’altro, sono lì come spade di Damocle pronte (inconsciamente?) a colpire nel sonno.

Sì, mi chiedo cosa ci sia da festeggiare.

Poi quel continuo uso del forestierismo: restart. E chiamiamolo “ricominciare” così tutti i liguri capiscono. E perché oltre le luci anche un bel video di Adriano Pappalardo che urla il suo “Ricominciamo”?

Ma per favore, il ligure è umile e laborioso. Non ama i riflettori, se non nei… campi per poter lavorare anche di notte.

Poi, si è legittimamente detto che questa è una guerra (dpcm, ordinanze, coprifuoco, divieti, chiusure, sanzioni, obblighi, morti), allora si festeggerà quando sarà vinta!

 

G. D.

Sei genovesi festeggiano il compleanno a mezzanotte a Villa Gambaro, denunciati dalla Polizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *